Voucher Internazionalizzazione 2017: tutto quello che c’è da sapere

settembre 19, 2017
Voucher internazionalizzazione MISE 2017 per sviluppo commerciale imprese

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha appena emanato il Decreto Direttoriale del 18/09/2017 a precisazione del Decreto Ministeriale del 17/07/2017 sul Voucher Internazionalizzazione Imprese.
Dettaglia le modalità di accesso al contributo a fondo perduto per i progetti di sviluppo commerciale all’estero delle micro, piccole e medie imprese.
Le risorse stanziate sono pari a 26 milioni di euro.

FINALITA’

Il  decreto disciplina la concessione del voucher a seguito della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, di prestazioni consulenziali, erogate esclusivamente dalle società di temporary export management, attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM e finalizzate a sostenere i progetti di internazionalizzazione.

REQUISITI DI AMMISSIBILITA’:

  • Fatturato minimo di 500.000 € nell’ultimo esercizio contabile chiuso. Tale vincolo non sussiste nel caso di Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, di cui art. 25 comma 8 L.179/2012.
  • Fatturato massimo di 50 €/ML (o 43 €/ML di totale bilancio)
  • Limite di 250 dipendenti effettivi

OGGETTO:

Sono ammissibili alle agevolazioni del presento decreto le spese relative ai servizi di affiancamento all’internazionalizzazione erogati da una delle società di TEM accreditate e che ricadano necessariamente in uno o più dei seguenti ambiti:

  1. analisi e ricerche di mercato
  2. affiancamento consulenziale nell’individuazione di potenziali partner industriali e/o commerciali e nella identificazione/acquisizione di nuovi clienti
  3. assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale (sempre intese a supporto di attività di internazionalizzazione)
  4. sviluppo competenze del personale dell’impresa tramite affiancamento finalizzato al trasferimento di competenze in materia di internazionalizzazione.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI:

In particolare sono previsti due percorsi:

  • Early Stage contributo di:
    • 10.000 Euro per aziende che non hanno ottenuto il primo voucher. A fronte di un contratto di servizio  con la società di temporary export management, della durata di almeno 6 mesi, di importo almeno pari, a 13.000,00 Euro al netto dell’ iva, per tutte le attività sopra elencate;
    • contributo di 8.000 Euro per aziende che hanno ottenuto il primo voucher. A fronte di un contratto di servizio  con la società di temporary export management, della durata di almeno 6 mesi, di importo almeno pari, a 13.000,00 Euro al netto dell’ iva.
  • Advanced Stage: contributo di 15.000 Euro per aziende che già esportano A fronte di un contratto di servizio con la società di temporary export management, della durata di almeno 12 mesi, di importo almeno pari, a 25.000,00 Euro al netto dell’ iva.
    Nel caso in cui il contratto di servizio sia stipulato a fronte dell’assegnazione di un voucher advanced stage, l’oggetto del contratto deve necessariamente far riferimento ad almeno uno degli ambiti di attività del punto 2 e 4 descritti nell’oggetto.  Al fine di assicurare un più efficace sostegno ai soggetti proponenti del “voucher advanced stage”, è prevista la possibilità di richiedere un contributo aggiuntivo, di importo pari a euro 15.000,00 il cui ottenimento è subordinato ai seguenti risultati:

    • incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, o nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017,  almeno pari al 15%;
    • l’incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel medesimo periodo di almeno pari il 6%.

Ciascuna azienda può presentare un’unica domanda di accesso alle agevolazioni.

Il ministero pubblicherà entro il 20 Dicembre l’elenco delle società di temporary export management accreditate.

TEMPISTICHE PER LA PRESENTAZIONE DELE DOMANDE (BENEFICIARI):

L’iter di presentazione della domanda è articolato nelle seguenti fasi:

Compilazione della domanda: dal 21 Novembre 2017 a partire dalle ore 10:00 le PMI possono registrarsi sul sito del MISE per la generazione del modulo di domanda che andrà  firmato digitalmente. Tramite il caricamento del modulo sarà rilasciato un  codice di predisposizione della richiesta.

A partire dalle ore 10:00 del 28 Novembre 2017 e fino alle ore 16:00 del 1° dicembre 2017 attraverso l’immissione del codice di predisposizione sarà possibile il rilascio dell’attestazione di avvenuta presentazione recante giorno ora minuto e secondo di acquisizione ed il codice identificativo della domanda.

I voucher saranno assegnati  sulla base dell’ordine cronologico della ricezione delle domande, nei limiti delle risorse disponibili e tenendo conto delle attribuzioni delle riserve.

A breve pubblicheremo gli approfondimenti sulle modalità di richiesta ed erogazione del Voucher.

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

Comments are closed.

  • I NOSTRI SETTORI

    • Aeronautica, Aerospaziale e Difesa
    • Agroalimentare
    • Automotive
    • Chimico e Petrolchimico
    • Cosmetico, Farmaceutico
    • Distribuzione (grande, mediaЕ)
  •  

    • Ecologia
    • Elettronica
    • Energia Ц Energie Rinnovabili
    • Ferroviario
    • Macchine Movimento Terra
    • Macchine Agricoltura e Giardinaggio
  •  

    • Metalmeccanica
    • Moda e Accessori
    • Navale
    • ICT
    • Plastica
    • Servizi
  • Iscriviti alla nostra newsletter

  •  

Ramark srl - Strada della Praia 2/a/1 - 10090 Buttigliera Alta (Torino) ITALIA - Tel 011 95 80 474 - P.IVA: 05522780013 | Privacy | Note legali
^ Back to Top