internazionalizzazione

Riforma IVA nella Unione Europea

giugno 15, 2018

riforma IVA UE

Il 25 maggio la Commissione ha proposto modifiche tecniche dettagliate delle norme UE relative all’IVA, che completano la recente proposta di riforma del sistema per renderla più impermeabili alle frodi.

Estratto dal comunicato stampa:

Semplificazione del modo in cui sono tassati i beni

Nell’attuale sistema dell’IVA, gli scambi di merci tra imprese sono suddivisi in due operazioni: una vendita senza IVA nello Stato membro d’origine e un’acquisizione tassata nello Stato membro di destinazione. La proposta presentata oggi pone fine a questa decomposizione artificiale di una singola operazione commerciale. Una volta approvate, le modifiche alle norme sull’IVA definiranno gli scambi transfrontalieri di merci come “un’unica operazione imponibile”, garantendo così la tassazione delle merci nello Stato membro in cui termina il trasporto di merci. Le frodi sull’IVA dovrebbero essere considerevolmente ridotte.

Unico portale online (“sportello unico”) per gli operatori economici

Al fine di facilitare per quanto possibile la modifica delle norme IVA per le società, le modifiche proposte oggi introdurranno le misure necessarie per creare un portale online o “sportello unico” per tutti gli operatori B2B della UE per completare le loro formalità in materia di IVA, come annunciato nelle proposte di riforma della Commissione nell’ottobre 2017. Tale sistema sarà inoltre messo a disposizione delle società situate al di fuori dell’UE che desiderano vendere ad altre società all’interno dell’Unione e che altrimenti dovrebbero registrarsi ai fini dell’IVA in ciascuno Stato membro. Una volta entrato in vigore il sistema, queste società dovranno semplicemente nominare un intermediario nella UE per gestire le formalità IVA per conto loro.

Formalità amministrative ridotte

Gli emendamenti rafforzeranno il carattere di autoregolamentazione dell’IVA e ridurranno il numero di formalità amministrative che devono essere espletate dalle società quando vendono ad altre società situate in altri Stati membri. Gli obblighi di segnalazione relativi al regime transitorio dell’ IVA diventeranno superflui per lo scambio di merci. La successiva fatturazione per gli scambi nell’UE sarà regolata dalle regole dello Stato membro del venditore, che dovrebbe renderlo meno vincolante per quest’ultimo.

Il venditore è solitamente responsabile della riscossione dell’IVA

L’annuncio di oggi chiarisce che il venditore è responsabile per l’addebito dell’IVA dovuta su una vendita di beni al suo cliente situato in un altro paese della UE al tasso applicabile nello Stato membro di destinazione. L’acquirente della merce sarà responsabile per l’IVA solo quando il cliente è un soggetto passivo certificato, cioè un contribuente affidabile, riconosciuto come tale dalle autorità fiscali.

 

Accesso al comunicato stampa (solo in inglese): ec.europa.eu/taxation_customs

 

 

Internazionalizzazione: firmato dal MISE il decreto di rifinanziamento Voucher TEM

aprile 11, 2018

Rifinanziato Voucher TEMVi anticipiamo che è stato firmato dal MISE il decreto di rifinanziamento di 10 milioni di euro del bando “Voucher per l’Internazionalizzazione” per le PMI che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso una figura specializzata (il cd. Temporary Export Manager o TEM)

L’assegnazione alle imprese delle nuove risorse disponibili seguirà l’ordine della graduatoria pubblicata il 29 dicembre 2017.

Il decreto MISE verrà pubblicato entro fine aprile, successivamente alla registrazione presso la Corte dei Conti; a seguire verrà emanato il decreto direttoriale di scorrimento graduatoria.

Vi terremo aggiornati

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE: l’elenco dei TEM

dicembre 21, 2017
Voucher Internazionalizzazione Elenco completo temporary export manager MISE

Con il decreto direttoriale del 20 dicembre 2017, è stato approvato l’elenco delle società di temporary export manager (TEM) del voucher per l’internazionalizzazione.

L’elenco completo è disponibile online sul sito del MISE .

La Ramark  da 30 anni si occupa di internazionalizzazione di impresa; ovviamente siamo presenti nell’elenco al numero  TEM_00000090 .

Come sempre offriamo la nostra professionalità, competenza alle PMI che hanno progetti di sviluppo commerciale all’estero.

I servizi di affiancamento all’internazionalizzazione che possiamo offrirVi sono:

  1. analisi e ricerche di mercato
  2. affiancamento consulenziale nell’individuazione di potenziali partner industriali e/o commerciali e nella identificazione/acquisizione di nuovi clienti
  3. sviluppo competenze del personale dell’impresa tramite affiancamento finalizzato al trasferimento di competenze in materia di internazionalizzazione.

 

 

Il MISE proroga la presentazione delle domande: dalle ore 12:00 del 04 alle 16:00 del 06 dicembre

novembre 28, 2017
Proroga MISE per Voucher internazionalizzazione

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha tenuto conto dell’elevato numero di accessi alla piattaforma informatica operati dagli  utenti in prossimità dell’apertura dello sportello e delle difficoltà riscontrate dalle imprese nel completamento delle attività di predisposizione delle domande in tempi utili per la loro presentazione. Ha così ritenuto opportuno, prevedere una limitata proroga dei termini di apertura dello sportello.

Pertanto ha decretato che i termini iniziale e finale per la presentazione delle domande per il Voucher per l’internazionalizzazione delle PMI sono posticipati rispettivamente alle ore 12.00 del 4 dicembre 2017 e alle ore 16.00 del 6 dicembre 2017.

VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE 2017: l’imminente uscita

settembre 13, 2017

MISE Voucher Internazionalizzazione 2017

Al massimo entro la prossima la settimana il MISE dovrebbe ufficializzare sul sito il decreto direttoriale che darà il via al nuovo Voucher per l’internazionalizzazione.   Verranno indicate le modalità di richiesta del voucher per le imprese italiane che vogliono investire in un Temporary Export Manager per esplorare o sviluppare un mercato estero.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a leggere la nostra news precedente  indicante le linee guida.

STAY TUNED! 

Regione Lazio: Internazionalizzazione per le PMI

gennaio 23, 2017

Regione Lazio Contributi per il sostegno di processi di internazionalizzazione delle PMI del Lazio: 5 milioni di euro.

 

Anche la Regione Lazio intende sostenere con contributi a fondo perduto le sue PMI nello sviluppo dei loro processi di internazionalizzazione.

Destinatari

Piccole e Medie Imprese (inclusi i Liberi Professionisti). I Beneficiari devono avere una Sede Operativa nel territorio regionale del Lazio Read More

Regione Lombardia: Bando Export Business Manager – IMPRESE

dicembre 21, 2016

Bando EBME’ stato pubblicato sul BUR della Regione Lombardia il Bando Export Business Manager (EBM) Imprese.

Nell’ambito del Programma Operativo POR-FESR 2014-2020, la Regione Lombardia intende sostenere l’adozione di nuovi modelli di business per la promozione dell’export da parte delle MPMI e reti d’imprese .

Le Risorse disponibili per il Bando ammontano a 4.000.000€. La  Ramark può offrire la sua consulenza per lo sviluppo dei progetti di internazionalizzazione previsti dal bando in quanto società accreditata dalla Regione Lombardia (id pratica 223910 pag. 5)

Read More

MISE: Finanziamenti per l’internazionalizzazione

novembre 02, 2016

mise__finanziam_agevolatiCon un comunicato stampa, il Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE), ha pubblicato alcuni chiarimenti sui finanziamenti per l’internazionalizzazione delle imprese. Infatti, è divenuto operativo il Decreto con cui il Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e finanze, ha riformato i finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione a valere sul Fondo rotativo L. 394/81.  Read More

Fondi per la Promozione dell’Export delle Imprese – Export Business Manager

ottobre 18, 2016

internazionalizzazione-accreditata

L’internazionalizzazione accreditata

Fondi per la Promozione dell’Export delle Imprese – Export Business Manager.

 

Il bando della Regione Lombardia intende sostenere, con contributi a fondo perduto, progetti finalizzati a favorire l’adozione di nuovi modelli di business per l’export per micro, piccole e medie imprese ( MPMI  con un fatturato minimo di Euro 500.000,00 in almeno uno degli ultimi tre esercizi approvati – tale limitazione non si applica alle start-up innovative), Reti contratto e Reti soggetto per sviluppare e consolidare il business nei mercati target.  Read More

Agroalimentare: l’export sale (e scende).

ottobre 14, 2016

Nel primo semestre del 2016 il settore agrolimentare ha raggiunto un valore di export di 14.310,6 milioni di euro, pari a +3,0% rispetto allo stesso periodo nel 2015.
Variazioni positive verso USA, +3,3%, Canada con un +2,8% e soprattutto Corea del Sud +25,1%. In caduta libera il mercato Cinese con un -9,0%, nonostante l’impennata di +23,8% nel 2015, Hong Kong con -15,5% e il Giappone con -5%. Read More

Est-Europa: molte opportunità di business

settembre 15, 2016

  est-europaPOLONIA: Fondi per l’ambiente

Il presidente del Fondo nazionale per la protezione dell’ambiente e delle risorse idriche ha dichiarato che saranno utilizzati 230 milioni di euro per sostenere le tecnologie ambientali innovative nelle imprese (programma “Sokół” ), 170 milioni di euro saranno spesi per lo sviluppo della geotermia, 115 milioni di euro in programmi di efficienza energetica nella costruzione. Read More

Emilia Romagna: continua l’impegno per l’internazionalizzazione

luglio 08, 2016

Ricordiamo che entro il 30 settembre 2016 sarà possibile partecipare al bando in cui la Regione Emilia Romagna ha stanziato 10,3 milioni di euro per rafforzare le capacità organizzative e manageriali delle imprese. Desidera che le aziende siano in grado di affrontare i mercati internazionali. Il bando punta a far crescere il numero delle imprese esportatrici mettendo a disposizione finanziamenti a fondo perduto per progetti pluriennali in grado di produrre mutamenti strutturali.

Gli elementi cruciali sono la creazione delle condizioni interne per la pianificazione, l’avvio e il consolidamento di percorsi di internazionalizzazione di medio periodo. Read More

Regione Toscana: Scadenza del Bando per il supporto all’internazionalizzazione delle PMI

maggio 30, 2016

Map of Piedmont. Italy.RICORDIAMO LA SCADENZA DOMANI 31/05/2016:

La Regione Toscana, nell’ambito del POR Creo Fesr 2014-2020, ha approvato il bando per la concessione degli incentivi a sostegno dell’acquisto di servizi a supporto dell’internazionalizzazione delle PMI e della promozione delle imprese del settore manifatturiero e dell’offerta turistica sui mercati esterni all’UE. L’obiettivo del bando è quello di incentivare gli investimenti in attività per lo sviluppo di reti commerciali all’estero, apertura di uffici e sedi espositive, realizzazione di attività di incoming rivolta a operatori esteri, attività promozionale anche attraverso strumenti Read More

KAZAKHSTAN: opportunità di business per le imprese italiane

aprile 28, 2016
Opportunità e consulenza strategica Ramark

Consulenza commerciale in Kazakistan RamarkIl Kazakhstan è un paese in forte crescita, con circa 16 milioni di abitanti ed un’area di 2,7 milioni di kmq, è il nono paese al mondo per superficie. Dal 2012 fa parte dell’Unione doganale Euroasiatica insieme a Russia e Bielorussia che prevede la libera circolazione di cittadini, merci, servizi e capitali tra i paesi membri.  Il paese possiede circa il 60% delle risorse minerarie dell’ex Unione Sovietica.  I settori più attivi nell’interscambio commerciale tra i paesi sono: Read More

Fare business in Iran. Rohani: “L’Italia primo partner europeo”

aprile 14, 2016

IRAN-ITALIA sbocchi commerciali

Da gennaio si è aperta una porta per le imprese italiane che vogliono espandersi in Iran. Si sono già siglati 36 contratti, tra questi un’intesa da oltre 3,5 miliardi di euro sull’alta velocità tra le Ferrovie italiane (Fs) e quelle iraniane. Arriveranno altri accordi commerciali nei settori delle infrastrutture, della ricerca e della cultura.  Il Business Forum Italia-Iran farà il punto sulle relazioni politico-economiche in campo industriale.  Read More

I vantaggi di investire nell’economia iraniana

febbraio 12, 2016

INVESTIRE NELL'ECONOMIA IRANIANAL’Iran vede una rimozione graduale delle sanzioni internazionali che ridarà slancio all’economia. In particolare le opportunità si presentano maggiormente nei i settori dell’oil&gas, i trasporti e l’automotive, l’edilizia residenziale, la costruzione di grandi opere, la difesa e il turismo.

L’automotive è il secondo settore in accelerazione dopo quello petrolifero.  Per la necessità di rinnovare le autovetture datate (14 milioni di unità), sono attese più di 2.000 immatricolazioni all’ anno. In prima linea ci sono le imprese francesi PSA e Renault, già presenti con JV. Read More

Voucher fiere dalla Regione Piemonte.

gennaio 29, 2016
Opportunità e consulenza strategica Ramark

Se la vostra azienda ha sede in Piemonte e volete esporre a una delle seguenti fiere, la Regione Piemonte mette a disposizione 3.000,00 Euro per le fiere europee e 5.000,00 Euro per quelle extra europee .

Elenco delle Fiere in programma in Paesi Europei, selezionate per l’accesso alla Linea 1.a: Read More

Porte aperte all’Iran anche per le PMI

gennaio 29, 2016

doorRMK-IRAN.L’Iran si presta ad essere una terra aperta a nuove possibilità di sviluppo, con un enorme potenziale di crescita. La recente visita del Presidente Iraniano Rouhani ha portato ad accordi commerciali e di cooperazioni bilaterali per circa 17 miliardi di euro. Sulla scia dei grandi nomi anche le PMI italiane non devono lasciarsi sfuggire queste occasioni. Read More

Temporary manager e altre info sul Voucher internazionalizzazione

dicembre 09, 2015

Termporary export manager, voucher internazionalizzazione - RamarkSe dopo aver letto il manuale utente vi sorgono alcuni dubbi noi vi aiutiamo perché abbiamo contattato direttamente l’Ufficio del Ministero dello Sviluppo Economico per avere ulteriori dettagli relativi alla presentazione dei contratti di servizio.

A seguire riportiamo quanto appreso in riferimento alla pagina n. 10 del manuale utente per la sottomissione del Contratto di Servizio.

Voucher internazionalizzazione, in merito al Temporary Manager…

1. Gli anni di esperienza del Temporaty Export Manger è un campo da compilare a fini statistici e non influisce sulla stipula del contratto di servizio o sull’accesso al voucher:

2. Il rapporto di lavoro tra Temporary Export Manager e la Società di Consulenza Export (Fornitore Accreditato), deve essere formalizzato secondo le opzioni disponibili del menù a tendina:
• Contratto di lavoro a tempo indeterminato
• Contratto di lavoro a tempo determinato
• Contratto di apprendistato
• Contratto di somministrazione di lavoro
• Contratto di consulenza esterna
• Socio
• Altre tipologie di contratti di lavoro atipici
• Altro

In merito al Contratto di Servizio…

1. Il Contrratto di Servizio non può avere una durata inferiore ai n. 6 mesi;

2. Il Contratto di Servizio non può decorrere prima del 01/09/2015, data della pubblicazione dell’elenco fornitori accreditati MISE;

3. L’ importo totale del Contratto di Servizio deve essere pari o superiore a 13.000,00 €Euro;

4. L’oggetto del Contratto di Servizio “Consulenza Temporary Export Manager” può riportare le seguenti attività da scegliere dal menù a tendina proposto nel form on line:
• Contrattualistica internazionale e regimi fiscali
• Logistica e servizi doganali
• Assicurazioni per operazioni con l’estero
• Ricerche di mercato
• Acquisizione nuovi contratti di vendita
• Eventi fieristici internazionali
• Formazione dipendenti
• Altro

5. E’ necessario che entrambe le controparti parti sottoscrivano anche il terzo allegato “DSAN su Firma Contratto” apponendo le rispettive firme digitali.

In merito alla Rendicontazione…

Nel caso in cui il contratto di servizio abbia durata superiore ai n. 6 mesi e le attività previste dal progetto presentato al MISE e legate al Voucher Internazionalizzazione si concludano prima del termine del Contratto tra l’Azienda e il Fornitore Accreditato, è possibile trasmettere i documenti di rendicontazione finale di spesa e richiedere quindi il rimborso già dopo i primi 6 mesi. In tale caso le attività oggetto del servizio finanziato devono essere chiaramente individuabili sul contratto di servizio.

Voucher Internazionalizzazione: 5 milioni € in più!

settembre 23, 2015
Voucher internazionalizzazione - Ramark

Boom di registrazioni per il voucher per l’internazionalizzazione pervenute sul sito del Ministero dello Sviluppo economico: 5.800 società. Il vice Ministro Carlo Calenda ha dichiarato: “A fronte di questo successo –  – abbiamo deciso di aumentare immediatamente la dotazione finanziaria da 10 a 15 milioni di euro, consentendo così a 1500 aziende (500 in più del previsto) di accedere al nuovo strumento per l’internazionalizzazione. Il programma – ha concluso il Vice Ministro – verrà ulteriormente potenziato nel 2016 con risorse aggiuntive”.

Fonte: Ministero Sviluppo Economico

  • I NOSTRI SETTORI

    • Aeronautica, Aerospaziale e Difesa
    • Agroalimentare
    • Automotive
    • Chimico e Petrolchimico
    • Cosmetico, Farmaceutico
    • Distribuzione (grande, mediaЕ)
  •  

    • Ecologia
    • Elettronica
    • Energia Ц Energie Rinnovabili
    • Ferroviario
    • Macchine Movimento Terra
    • Macchine Agricoltura e Giardinaggio
  •  

    • Metalmeccanica
    • Moda e Accessori
    • Navale
    • ICT
    • Plastica
    • Servizi
  • Iscriviti alla nostra newsletter

  •  

Ramark srl - Strada della Praia 2/a/1 - 10090 Buttigliera Alta (Torino) ITALIA - Tel 011 95 80 474 - P.IVA: 05522780013 | Privacy | Note legali
^ Back to Top